Servizi di consulenza e progettazione per Aziende, Privati e Pubblica Amministrazione Chiamata gratuita Numero Verde 800 91 22 65

ATEX Atmosfere esplosive: nuove Norme CEI 31-33, 31-34 e 31-89

ATEX Atmosfere esplosive: nuove Norme CEI 31-33, 31-34 e 31-89

atexSono state pubblicate (per ora solo in lingua inglese) nel mese di dicembre tre nuove Norme del Comitato Tecnico 31 – Materiali antideflagranti del CEI – Comitato Elettrotecnico Italiano. Si tratta della Norma CEI 31-33 CEI EN 60079-14:2014-12, la Norma CEI 31-34 CEI EN 60079-17:2014-12 e la Norma CEI 31-89 CEI EN 60079-31:2014-12.

La Norma CEI 31-33 CEI EN 60079-14:2014-12 “Atmosfere esplosive – Parte 14: Progettazione, scelta e installazione degli impianti elettrici” contiene le prescrizioni specifiche per la progettazione, la scelta, l’installazione e la verifica iniziale delle installazioni elettriche in, o associate con, luoghi con presenza di atmosfere esplosive.
Quando le apparecchiature devono essere anche adatte ad altre condizioni critiche ambientali, per esempio possibilità di ingresso di acqua e possibilità di corrosione, possono essere necessarie prescrizioni di protezione addizionali.
Le prescrizioni fissate dalla nuova Norma 31-33 si applicano solo nel caso di uso delle apparecchiature in condizioni atmosferiche standard, come definito nella Norma CEI EN 60079-0; nel caso di condizioni atmosferiche diverse possono essere necessarie precauzioni addizionali. La Norma sostituisce la EN 60079-14:2010-02 che rimane applicabile fino al 02-01-2017 e ne costituisce una sua revisione tecnica.

La Norma CEI 31-34 CEI EN 60079-17:2014-12 “Atmosfere esplosive – Parte 17: Verifica e manutenzione degli impianti elettrici” è destinata agli utilizzatori e copre gli aspetti direttamente connessi con la verifica e la manutenzione dei soli impianti elettrici situati in luoghi pericolosi, dove il pericolo può essere costituito da gas infiammabili, vapori, nebbie, polveri, fibre o residui volatili di filatura. Essa non comprende le altre prescrizioni fondamentali per l’installazione e la verifica degli impianti elettrici, le verifiche delle apparecchiature elettriche e la riparazione ed il recupero di apparecchiature protette dall’esplosione (Norma CEI EN 60079-19). La presente Norma integra le prescrizioni della Norma CEI 64-8.
Nel caso di polveri, fibre o residui volatili di filatura il livello delle pulizie può influenzare le prescrizioni relative alla verifica e alla manutenzione.
La Norma CEI 31-34 è prevista per essere applicata nei casi nei quali può esserci un rischio dovuto alla presenza di combinazioni di gas infiammabili o polveri con aria o di strati di polvere combustibile a condizioni atmosferiche normali. Non si applica ai casi di aree in miniere sotterranee, di polveri di materiali esplosivi che non richiedono la presenza di ossigeno per la combustione e di sostanze piroforiche.
La Norma sostituisce la Norma CEI EN 60079-17:2008-10 che rimane applicabile fino al 24-12-2016 e ne costituisce una revisione tecnica.

Infine la Norma CEI 31-89 CEI EN 60079-31:2014-12 “Atmosfere esplosive – Parte 31: Apparecchi con modo di protezione mediante custodie “t” destinati ad essere utilizzati in presenza di polveri combustibili” si applica alle apparecchiature elettriche protette mediante custodie e con limitazione della temperatura superficiale, destinate ad essere utilizzate in atmosfera esplosiva per la presenza di polvere combustibile. Essa specifica prescrizioni relative alla progettazione, alla costruzione e alle prove delle apparecchiature elettriche e dei componenti Ex. Le prescrizioni di questa Norma integrano e modificano le prescrizioni generali della Norma
CEI EN 60079-0.
La Norma non si applica alle polveri di sostanze esplosive che non necessitano di atmosfere con ossigeno per la combustione, alle apparecchiature utilizzate nelle miniere e alle sostanze piroforiche e non tiene in considerazione i rischi dovuti all’emissione di gas infiammabili o tossici generati dalle polveri. Considerazioni relative a misure di protezione addizionali sono necessarie in caso di applicazioni che vedono apparecchiature elettriche in atmosfere che possono contenere, simultaneamente o separatamente, sia polveri combustibili sia gas esplosivi. Misure addizionali possono inoltre essere necessarie nel caso di apparecchiature elettriche che devono soddisfare altre condizioni ambientali, per esempio protezione alla penetrazione di acqua e resistenza alla corrosione.
La nuova Norma CEI 31-89 soddisfa i requisiti essenziali della Direttiva 94/9/EC e sostituisce la Norma
CEI EN 60079-31:2010-05 che rimane applicabile fino al 01-01-2017.

GARUCCIO studio di ingegneria
About The Author

There are no comments yet, but you can be the first



Comments are closed.